CORECOM e Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Pubblicato da Indennizzo Telefonico il

In questo articolo ho deciso di parlarvi dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni , anche conosciuta come A.G.COM.

Innanzitutto, facciamo un passo indietro e cerchiamo di capire cos’è e cosa fa un’Autorithy.

Wikipedia ci dice che è un “Organismo amministrativo preposto a servizi di pubblico interesse, con funzioni direttive e di controllo; autorità amministrativa indipendente”, ma questa definizione lascia intendere poco ciò che è la reale funzione di un’Autorità.

In Italia troviamo Autorithy in quasi ogni settore, ad esempio nel settore elettrico e del gas (AEGG), nel settore aeroportuale (ENAC), ma tra i tanti, probabilmente, quella che tutti conoscono è l’Autorità Garante per la Concorrenza nel Mercato (ANTITRUST).

Questi Organismi vantano dei poteri autonomi di controllo, di vigilanza e di azione (Direttive) nei settori in cui sono preposte.

Ma questo mio blog è rivolto alle telecomunicazioni, per cui devo ancora spiegarvi cosa fa nello specifico l’AGCOM.

Rivolgersi all’Autorità è essenziale per ottenere l’indennizzo o per denunciare qualunque problematica riguardo il servizio di telecomunicazioni (telefonia e pay-tv).

L’Autorità è la nostra Garante, l’organismo dello stato a tutela dei nostri diritti: è  la sede dove si apre il contenzioso, ovvero la lite avverso i Gestori telefonici che non adempiono ai loro doveri legali e contrattuali.

L’azione in Autority si compone di due diversi gradi, il primo grado costituisce un tentativo di conciliazione ed è obbligatorio (condizione di procedibilità) pure quando l’obiettivo è quello di fare causa ad un Gestore.

Fallito il primo grado, il passo successivo è quello della definizione, dove, alla fine dell’iter si otterrà una Definizione (una sorta di sentenza, con la differenza che è emessa da un organismo amministrativo e non da un tribunale).

Ma ricordate, in Autorithy si parla sempre e solo di indennizzo! se siete stati danneggiati e volete ottenere il risarcimento dei danni allora l’unica sede preposta è l’Organo Giurisdizionale (Giudice di Pace o Tribunale Civile).

Tornando al caso in cui vogliate agire per l’indennizzo, potete fare due scelte: agire da soli; chiedere assistenza legale.

Certamente starete pensando che prendere un avvocato per risolvere un problema telefonico è a dir poco eccessivo e che i costi sicuramente supererebbero i benefici… di contro, affrontare gli esperti legali del Gestore da soli fà paura e spesso ci scoraggia.

Ma in realtà c’è una soluzione migliore! Ovvero rivolgersi ad un’Associazione dei Consumatori!

Attenzione, non tutte le Associazioni dei Consumatori hanno uno staff competente e preposto a risolvere i vostri problemi e non tutte offrono il servizio di assistenza legale nel settore delle telecomunicazioni.

Molte Associazioni si limitano a rimandarvi ad un loro legale convenzionato e, in tal senso, non ci sarebbe quasi nessuna differenza con il rivolgersi direttamente ad uno studio legale.

Altre Associazioni, invece, offrono un servizio di Tutela completo e senza costi, con la sola previsione di un contributo spese nel solo caso di successo (e nulla nel caso di insuccesso). Queste, a conti fatti, potremmo dire che non ci costano, dato che richiedono un contributo solo nella misura in cui ci hanno fatto ottenere un indennizzo.

Quindi, sia che siate privati o che siate aziende, il mio consiglio è quello di farvi sempre seguire da un’Associazione dei Consumatori accuratamente scelta.

Infine, onde evitare confusioni, vi parlo anche del Co.Re.Com., che è un Comitato Regionale che svolge alcune funzioni  delegate dell’AGCOM. Infatti, con lo scopo di rendere maggiormente accessibile il ricorso all’Autority, considerato che queste sono davvero poche in tutta Italia, in alcune provincie i Comitati vengono incaricati di svolgere alcune delle funzioni proprie dell’Autority.

Un caro saluto e un invito al prossimo articolo!

E ricordate che un vostro bel commento qui sotto è per me il regalo più gradito 🙂

[Voti: 19    Media Voto: 4.9/5]
Condividi con

10 commenti

ATTIVAZIONE DI SERVIZI NON RICHIESTI | indennizzo telefonico · 29 Aprile 2016 alle 18:48

[…] come vi dicevo, non c’è da preoccuparsi! L’Autorità esiste appunto per tutelarci,  come nel caso della diffida a TIM del 26 marzo che […]

Velocità ADSL, speed test AGCOM – Velocità internet minima garantita | indennizzo telefonico · 27 Maggio 2016 alle 18:59

[…] l’Autorità che il test ufficiale è quello disponibile sul sito misurainternet. Occorerò scaricare il […]

RITARDATA ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO (ADSL, FISSO, MOBILE, PAY TV,…) | indennizzo telefonico · 8 Luglio 2016 alle 18:41

[…] diverse delibere  l’AGCOM si è espressa  in favore degli utenti vittime di questa tipologia di disservizi , dove non è […]

La velocità delle reti mobili: Misura Internet Mobile | indennizzo telefonico · 7 Novembre 2016 alle 15:37

[…] L’AGCOM il 28/10/2016 ha messo a disposizione  una nuova versione del “Misura Internet Mobile” con nuove funzionalità e rinnovato nella grafica. È uno strumento, disponibile a questo indirizzo,  che permette di vedere e confrontare e velocità delle reti mobili di quattro operatori (Tim, H3G, Vodafone e Wind). La nuova versione – che dà continuità al progetto avviato nel 2012 – consentirà agli utenti, inserendo un preciso indirizzo o indicando un punto sulla mappa della città, di visualizzare, confrontandole, le misurazioni effettuate sulle velocità delle reti mobili dei quattro operatori sopra citati. Per offrire agli utenti dati aggiornati, l’AGCOM ha condotto diverse campagne di misurazione, eseguendo drive test sul territorio. L’ultima campagna, che si è svolta da dicembre 2015 a maggio 2016, ha riguardato 40 città (tra cui i 20 capoluoghi di Regione), per un totale complessivo del 20% della popolazione italiana. A differenza di altre campagne precedenti, quando i rilevamenti sono stati eseguiti tramite chiavette USB, l’ultima campagna si è avvalsa di smartphone con capacità di rete LTE e sistema operativo Android, una delle configurazioni più diffuse. Nelle 10 principali città italiane è stata misurata la rete 4G, mentre nelle altre città le verifiche hanno riguardato la rete mobile di terza generazione. Questo ottobre è iniziata una seconda campagna di misurazione e si concluderà a marzo 2017. […]

Zero rating: diffida dell’AGCOM a Wind Tre | indennizzo telefonico · 28 Marzo 2017 alle 17:01

[…] L’AGCOM ha annunciato oggi di aver diffidato Wind Tre per l’uso dello zero rating. […]

indennizzo telefonico · 28 Marzo 2017 alle 17:37

[…] hanno deciso di rimodulare  le offerte da un mese a 28 giorni. A tal proposito si è espressa l’Autorità con una delibera che impone ai Gestori, entro 90 giorni, di abolire nel fisso la tariffazione  a […]

AGCOM: abolire le tariffe a 28 giorni | indennizzo telefonico · 28 Marzo 2017 alle 17:39

[…] hanno deciso di rimodulare  le offerte da un mese a 28 giorni. A tal proposito si è espressa l’Autorità con una delibera che impone ai Gestori, entro 90 giorni, di abolire nel fisso la tariffazione  a […]

Poggioreale (TP): più di un mese senza Telefono! | indennizzo telefonico · 21 Giugno 2017 alle 10:09

[…] I tecnici dei gestori telefonici sono intervenuti con notevolissimo ritardo, i primi si sono visti solo dopo 20 giorni, ma non è finita qui in alcuni casi dopo veri e propri slalom tra i call center di mezza Europa sono stati promessi agli utenti di Poggioreale dei rimborsi ben al di sotto di quanto dovuto per legge adendo l’Autorità preposta. […]

MALFUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO | indennizzo telefonico · 26 Luglio 2017 alle 14:07

[…] capire meglio come fare potete leggere l’articolo dedicato al Co.Re.Com ed AGCOM oppure […]

AGCOM: illegittima la fatturazione a 28 giorni. Se i gestori non si adeguano ecco cosa fare | indennizzo telefonico · 22 Settembre 2017 alle 17:28

[…] questo articolo ritorno a parlare della fatturazione a 28 giorni dato che l’Autorità, ha avviato l’istruttoria per procedimenti sanzionatori nei confronti di TIM, Wind Tre, Vodafone […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *