Fibra e pubblicità ingannevole

Fibra e pubblicità ingannevole: multa anche per Vodafone

Pubblicato da Indennizzo Telefonico il

Era già toccato a Tim, Wind e Fastweb. Oggi l’Antitrust (AGCM) ha multato anche il Gestore telefonico Vodafone per pubblicità ingannevole sulla fibra.

Fibra e pubblicità ingannevole: segnalazioni all’AGCOM

La pubblicità nel settore delle telecomunicazioni ci accompagna da sempre. Ovunque, nelle testate giornalistiche, su Internet, nelle TV: non sembra esserci scampo. Il vero problema si presenta quando questa pubblicità utilizza messaggi falsati. Esalta la qualità dei prodotti o dei servizi offerti, ingannando – in poche parole – il consumatore finale.

Se anche voi siete stati truffati dai vostri Gestori telefonici con pubblicità ingannevoli, potrete segnalarlo e ricevere ciò che vi spetta.

Oltre all’invio di segnalazioni all’AGCOM, esistono strumenti a tutela del consumatore che si appoggiano alla normativa in tema dei diritti di chiunque sottoscriva un contratto. È giusto che chi ha sbagliato paghi, anche se certamente non sarà mai abbastanza.

Fibra e pubblicità ingannevole: multe per gli Operatori telefonici

Avevamo già trattato questo argomento in un articolo sulla pubblicità ingannevole per la fibra. In breve, sono stati messi in onda diversi spot pubblicitari e campagne su prestazioni e coperture di rete non veritiere. Dopo numerosissime segnalazioni da parte dei consumatori, l’Antitrust ha sanzionato Wind, Fastweb Tim e ora anche Vodafone.

L’ultima multa, alquanto salata, è stata di ben € 4.600.000. Vodafone dovrà inevitabilmente pagarla, anche se già come i precedenti Gestori sanzionati Tim, Wind e Fastweb si prevede un ricorso al TAR del Lazio.

Fibra e pubblicità ingannevole: le parole dell’Antitrust

Nelle campagne pubblicitarie inerenti l’offerta commerciale di connettività in fibra ottica (cartellonistica, sito web, below the line e spot televisivi)”, spiega l’Autorità.

Vodafone ha omesso di informare immediatamente e adeguatamente i consumatori circa le caratteristiche della tecnologia di trasmissione utilizzata e le relative limitazioni nonché le reali potenzialità del servizio in fibra offerto (inclusi l’effettiva velocità di navigazione, i servizi fruibili e i limiti derivanti dallo sviluppo geografico della rete).

Inoltre, nelle offerte commerciali della connettività in fibra, non è stata data adeguata visibilità al fatto che per ottenere la massima velocità pubblicizzata fosse necessario attivare un’opzione aggiuntiva, a pagamento dopo un primo periodo di gratuità“.

Per ulteriori informazioni, invia un messaggio attraverso il form dedicato o sulla chat di Indennizzo Telefonico.

[Voti: 27    Media Voto: 4.9/5]
Condividi con
Categorie: News

2 commenti

Giuseppe AMGELA · 9 ottobre 2018 alle 12:12

Sempre utili, gentili e collaborativi ! Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close