Interruzione linea telefonica e Pay TV: hai diritto all’indennizzo

Pubblicato da Indennizzo Telefonico il

Non tutti lo sanno ma, in caso di interruzione linea telefonica e Pay Tv, il consumatore ha diritto ad un indennizzo proporzionato all’intera durata del disagio subìto.

Vediamo di cosa si tratta, quali sono i principali casi di interruzione della linea telefonica e Pay Tv e come richiedere l’indennizzo previsto per legge.

 

Interruzione linea telefonica e Pay Tv: la sospensione amministrativa

Se stai facendo i conti con il problema dell’interruzione della linea telefonica e Pay Tv, potrebbe trattarsi di una sospensione amministrativa da parte del Gestore.

In questo caso, si tratta di una mossa illegittima ed è, quindi, indennizzabile qualora il Gestore non abbia comunicato nulla al proprio cliente o non l’abbia effettuata secondo le procedure previste dalla legge.

È previsto che il Gestore intervenga dopo almeno due fatture non pagate e con una comunicazione scritta tramite raccomandata o PEC, con tanto di preavviso di sospensione dei servizi.

Gli utenti / consumatori devono sempre essere messi in condizione di rimediare a eventuali disguidi o ritardi nei pagamenti.

 

Interruzione linea telefonica e Pay Tv per guasto

Un altro caso di interruzione della linea telefonica e Pay Tv si verifica per guasti tecnici.

Il Gestore ha due giorni di tempo, non contando i giorni festivi, per effettuare il ripristino della linea e in modo assolutamente gratuito. Decorso questo termine, salvo che il danno non sia imputabile al cliente, si ha diritto a un indennizzo.

Il problema è maggiore quando sono professionisti o titolari di attività commerciali che si ritrovano senza linea per giorni. In questi casi, per l’interruzione della linea telefonica e Pay Tvè previsto un indennizzo maggiore: doppio per i contratti con Partita IVA. Inoltre, c’è la possibilità di ricorrere per vie legali e di richiedere al Giudice anche il risarcimento per i danni subìti.

 

Interruzione linea telefonica e Pay Tv: come richiedere il risarcimento

Consigliamo a tutti di leggere l’articolo su come fare reclamo e sull’importanza del reclamo scritto, che si può inviare via Fax o raccomandata A/R al Gestore. Bisognerà compilarlo, indicato il giorno e l’ora in cui è stata fatta la prima segnalazione e altre informazioni utili per ricevere l’indennizzo dovuto.

Per ricevere una valutazione gratuita da parte di un consulente e il supporto finalizzato a ottenere un indennizzo sui disagi subiti:

  • Scarica il modulo di reclamo,
  • Compilalo in tutte le sue parti;
  • Scansionalo e invialo alla tua Compagnia telefonica;
  • Inviane copia anche noi all’indirizzo indennizzotelefonico@unionedeiconsumatori.it.

Un nostro consulente ti ricontatterà in breve tempo per dirti cosa è possibile fare.

Per ulteriori informazioni, invia un messaggio attraverso il form dedicato o sulla chat di Indennizzo Telefonico.

[Voti: 58    Media Voto: 4.8/5]
Condividi con

3 commenti

Piermaria Siciliano · 31 Gen 2018 alle 13:37

Ottimo articolo!

Valgomeno Dizero · 17 Feb 2018 alle 18:20

Senza linea voce dal 28 settembre 2017 appena attivata fibra100 Wind (con il nuovo modem Zyxel!).
Ebbene dopo : diverse ore al telefono con i guys del call center, pec a pioggia, reclami vari
con il supporto di un’associazione consumatori, diffide al Corecom (cadute nel vuoto),
un nuovo modem (sempre Zyxel) e … 5 MESI (si, circa 145 giorni!) di attesa, la linea fissa ora funziona!!!

Neanche fossimo in un isola sperduta del pacifico … infatti siamo in Italia 😉
… comunque un calvario per il tempo perso ed i costi sostenuti, rete di contatti saltata, etc.:
chi ripaga tutto questo e quanto?
Dite … ma non c’è il risarcimento via Corecom per disservizio? Mahhh … staremo a vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close