portabilità

News: Vodafone e 414 a pagamento

Pubblicato da Indennizzo Telefonico il

Le ultime novità nel settore delle telecomunicazioni riguardano Vodafone, che dal 18 settembre 2016 ha modificato le condizioni del 404 e del 414.

Il numero 414, infatti, non sarà più disponibile. Per ascoltare il credito residuo della propria SIM ricaricabile il cliente dovrà pagare, a meno che non utilizzi l’app apposita.

Vodafone e 414 a pagamento

Come già premesso, ogni chiamata verso il 414 è diventata a pagamento: le telefonate verso questo numero costeranno agli utenti almeno 40 centesimi.

Un cambiamento delle variazioni contrattuali incomprensibile, tanto che la stessa AGCOM è intervenuta con la delibera N.252/16/CONS per “Misure a tutela degli utenti per favorire la trasparenza e la comparazione delle condizioni economiche dell’offerta dei servizi di comunicazione elettronica“.

Nell’articolo 3 ha scritto:

1. Gli operatori formulano condizioni economiche trasparenti, in modo da evidenziare tutte le voci che compongono l’effettivo costo del servizio di comunicazione elettronica.

5. Almeno una volta l’anno, l’operatore comunica all’utente in forma scritta tutte le condizioni economiche sottoscritte, fermo restando il diritto del consumatore di conoscerle in qualsiasi momento e gratuitamente.

7. Per facilitare l’esercizio consapevole della facoltà di scelta dell’utente tra le diverse offerte sul mercato, l’operatore della telefonia fornisce con la cadenza della fatturazione il numero totale delle chiamate e dei minuti delle singole voci di traffico (voce e dati) secondo la ripartizione prevista dalla documentazione di fatturazione, nonché la durata media e la durata totale delle chiamate effettuate.

8. In caso di servizi prepagati, il titolare della linea telefonica ha diritto di conoscere le medesime informazioni di cui al comma 7 mediante accesso riservato, che dovrà essere garantito da almeno due delle seguenti modalità:

  • a) messaggio informativo attraverso il numero telefonico di assistenza clienti o altro numero gratuito;
  • b) pagina consultabile nel sito web dell’operatore e applicazioni dedicate;
  • c) via SMS gratuito, digitando un codice.

Se il numero telefonico di assistenza clienti (190) garantirà questo servizio gratuitamente, la delibera non è in conflitto con la “modifica unilaterale”.

Rivolgiti a noi

Rivolgiti anche tu a Unione dei Consumatori per far valere i tuoi diritti e saperne di più. Invia il tuo reclamo accedendo alla sezione della modulistica e affidati al nostro supporto per ottenere ciò che ti spetta per legge.

Per ulteriori informazioni, invia un messaggio attraverso il form dedicato o sulla chat di Indennizzo Telefonico.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Condividi con
Categorie: News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close