roaming

Roaming in Europa: forse verrà abolito

Da oggi non c’è più il roaming in tantissimi Paesi europei. Quindi, i viaggiatori utilizzeranno lo stesso piano tariffario per sms, voce e internet, sottoscritto nel proprio Paese senza ulteriori costi.

Inoltre, fra sei mesi sarà abolito anche il geoblocking, cioè l’impedimento di guardare o ascoltare contenuti in streaming come su Netflix o Spotify.

 

 

Dove non c’è più roaming?

Questi i Paesi comunitari che hanno recepito la direttiva europea: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria.

In più, grazie ad accordi, anche Islanda, Liechtenstein e Norvegia si sono adeguate in seguito.

Per quanto riguarda il Regno Unito, il roaming sarà abolito anche lì ma solo fino all’entrata in Vigore della Brexit, salvo eventuali accordi diversi.

Ci sono, comunque, anche dei limiti che non riguardano sms e traffico voce quanto piuttosto Internet. Infatti, per chi esaurisce il traffico dati si parla di Euro 7,70 per ogni Gb in più, iva esclusa. Inoltre, il roaming gratuito si applica solo sul traffico della propria offerta, quindi state attenti a non sforare.

Il roaming a tariffa nazionale, come già premesso è valido solo per i viaggiatori e quindi non per chi si trasferisce al di fuori del proprio Paese o passa più tempo all’estero che nel proprio Stato.

 

Rivolgiti a noi

Hai pagato problemi di roaming in Europa con il tuo Gestore?  Hai già inviato il reclamo per l’indennizzo ma il Gestore fa “orecchie da mercante”?

Rivolgiti a Unione dei Consumatori, il nostro team di consulenti e avvocati esperti potranno risolvere il tuo problema in breve tempo seguendo tutto l’iter burocratico necessario: dalla compilazione del reclamo scritto all’eventuale procedura di conciliazione.

Nel caso in cui tu volessi muoverti in autonomia, di seguito troverai il modulo di reclamo prestampato da scaricare e inviare al Gestore.

Se preferisci affidarti a noi, invece:

  • ti forniremo tutte le informazioni di cui necessiti
  • ti aiuteremo a redigere correttamente il reclamo
  • se lo hai già scritto (e prima dell’invio), potremo controllare che contenga le informazioni veramente importanti
  • potrai avvalerti del nostro servizio di invio fax e pec gratuito
  • analizzeremo il tuo caso (prima o dopo l’invio del reclamo) per verificarne l’assistibilità nella fase di contenzioso
  • nei casi di sospensione del servizio, ci attiveremo per il ripristino urgente
  • ti faremo ottenere i rimborsi automatici o gli indennizzi che ti sono dovuti per i disagi subiti
  • ci occuperemo interamente del tuo caso (sia per il deposito dell’istanza che per la sua trattazione presso i Co.Re.Com. su Conciliaweb)sgravandoti da ogni pensiero o stress.

Segui queste semplici indicazioni:

Per ulteriori informazioni, non esitare a contattarci attraverso il form sul nostro sito, tramite chat o chiamando al numero 324 585 3965.

[Voti: 5   Media: 5/5]

Lascia un commento