Zero rating: diffida dell’AGCOM a Wind Tre

È arrivato l’annuncio della diffida, da parte dell’AGCOM, nei confronti di Wind Tre s.p.a. per l’uso dello zero rating.

In cosa consiste lo zero rating?

 

Zero rating: cos’è

Lo zero rating consente di utilizzare internet dal cellulare senza consumare gigabyte anche quando questi si esauriscono.

Sembrerebbe una cosa favorevole agli utenti, ma in realtà questo limita la concorrenza in quanto il traffico gratis è consentito dal nuovo gestore Wind Tre solo per delle app di sua proprietà.

 

Zero Rating per Wind

Nel caso di Wind, si parla di “Veon”, un’app di messaggistica Voip per gli utenti di H3G “Music by 3” con musica in streaming.

L’Autorità, infatti, ha rilevato che i servizi di Wind Tre offerti a zero rating sono di proprietà della stessa Wind Tre, ritenendo che le offerte zero rating di Wind Tre determinino una discriminazione del traffico zero-rated rispetto al restante traffico.

Il Garante, seguendo il  Regolamento n. 2015/2120, c.d. “Regolamento TSM” (Telecom Single Market), entrato in vigore il 30 aprile 2016, ha esortato le due società ad adeguarsi alla normativa europea e a “comunicare a questa Autorità – entro il 15 aprile 2017 – le misure adottate al fine di adeguare la propria offerta alle succitate disposizioni”.

Per ulteriori informazioni, invia un messaggio attraverso il form dedicato o sulla chat di Indennizzo Telefonico.

 

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Lascia un commento