ATTIVAZIONE DI SERVIZI NON RICHIESTI

Pubblicato da Indennizzo Telefonico il

Ciao a tutti,
in questo articolo parlerò dell’erogazione di servizi non richiesti da parte dei gestori telefonici, fatto purtroppo comune e molto odioso.

Innanzitutto, una breve spiegazione di cosa sono i servizi non richiesti: tutti quei servizi, offerte, piani tariffari, opzioni (ed ogni altro analogo) che vengono erogati ed attivati dal Gestore senza che sia mai stato richiesto. Ovvero, senza che ci sia un contratto oppure una registrazione telefonica, che li abbia autorizzati e richiesti.

Inoltre, anche se leggermente diversi, rientrano nella stessa tutela anche tutti quei servizi a pagamento che ci vengono addebitati a causa della navigazione internet (come ad esempio opzioni portale, servizi in abbonamento, ecc.).

Questo può verificarsi ad esempio con la navigazione tramite smartphone; dove può capitare di passare inavvertitamente il dito sopra dei banner o chiudere delle finestre pop-up, click apparentemente innocui, che ci faranno attivare i più disparati servizi: notizie, oroscopo, diete, ecc. Delle vere e proprie truffe nei nostri confronti, che ci faranno subire  una sottrazione immediata del credito telefonico o delle sorprese in bolletta!

Ma, non è finita, a volte è proprio il gestore stesso ad attivare unilateralmente dei profili tariffari da noi non richiesti!

In questi casi, la normativa, ancora una volte, corre in nostro aiuto.

Da un lato, saremo immuni dal dovere pagare questi costi, quindi con il diritto allo storno (se ancora non pagati) o alla restituizione (se già pagati). Dall’altro, avremo diritto ad un indennizzo.

Ma come vi dicevo, non c’è da preoccuparsi! L’Autorità esiste appunto per tutelarci,  come nel caso della diffida a TIM del 26 marzo che aveva unilateralmente rimodulato i profili voce  a consumo (tariffa di 0,49 euro a settimana con SMS illimitati); così, di fatto, imponendo un’illegittima variazione contrattuale a circa due milioni di utenti!

Cosa fare? Benché, appunto, si tratti di costi non richiesti, non potremo chiedere lo storno/rimborso dei costi finché non avremo fatto il reclamo, preferibilmente scritto (fax, P.E.C. o raccomandata a/r).

Se il nostro gestore non risponderà al nostro reclamo entro 45 giorni si potrà incardinare un contenzioso nei confronti del Gestore (in questi casi il mio consiglio è sempre quello di rivolgersi ad una valdia associazione dei consumatori).

Un caro saluto e un invito al prossimo articolo !

E’ ricordate che un vostro bel commento qui sotto e il regalo per me più gradito 🙂

[Voti: 62    Media Voto: 4.7/5]

Articoli correlati

Condividi con

7 commenti

shoe wedges · 18 giugno 2016 alle 10:14

Real wonderful info can be found on web site.

    Pietro Scire · 18 giugno 2016 alle 14:34

    Grazie, thanks 🙂

shoe lift · 30 giugno 2016 alle 17:01

I am in fact grateful to the owner of this web site who has shared this enormous
paragraph at here.

pasquale palmieri · 19 agosto 2017 alle 11:36

ottime informazioni

franca · 25 maggio 2018 alle 11:02

Stamattina sono passata alla wind e mi è subito arrivato un messaggio dal nr 3202071041 dove mi comunicavano un abbonamento MAI richiesto (avevo visualizzato solo facebook per vedere se internet era attivo) su YOUR SEXY DREAM htt://yoursexydream.mobi o 800442299 per 5 euro a settimana, mi si chiedeva poi che se volevo disattivare dovevo mandare un messaggio con STOP, ho chiamato subito la wind che ha bloccato e restituito 4 dei 5 euro ingiustamente tolti dal mio credito, ma ho pagato i messaggi inviati per mandare STOP al servizio…ora mi chiedo ma chi non si accorge dell attivazione?

    Pietro Scire · 25 maggio 2018 alle 17:36

    Salve, si ne vediamo tanti di casi simili, l’unica difesa di noi consumatori/utenti è di stare vigili e di reclamare il fatto al Gestore il prima possibile, ricordo che i Gestori telefonici sono obbligati per legge a rispondere ai reclami scritti pena l’indennizzo per mancata risposta ai reclami.

Decalogia delle problematiche | indennizzo telefonico · 22 luglio 2016 alle 17:00

[…] L’attivazione di profili tariffari o l’attivazione di servizi non richiesti, si realizza quando ritroviamo nella fattura dei costi per servizi non richiesti. Sono le classiche furberie che il Gestore adotta per venderci qualcosa che non abbiamo richiesto e che spesso nemmeno utilizziamo! In questi casi vi invito a lamentarvi sempre, ed il motivo è perché quei pochi euro che ci hanno sottratto moltiplicati per tutte le migliaia di Utenti/Consumatori rende al Gestore davvero un bel utile! Lamentarci è l’unico strumento che abbiamo per fare finire questa scorrettissima prassi. Per sapere quando possiamo lamentarci vi invito a leggere l’articolo dedicato: attivazione di servizi non richiesti. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close