portabilità

Portabilità del numero

La portabilità del numero fisso e mobile è un’azione che ormai tutti abbiamo compiuto almeno una volta, perché il nostro Gestore non ha rispetto le condizioni contrattuali oppure perché abbiamo ricevuto un’offerta più vantaggiosa da un’altra Compagnia telefonica.

Si tratta di un’operazione apparentemente semplice ma che nasconde diverse insidie come il ritardo o la mancata portabilità, fino ai casi più gravi di perdita del numero telefonico.

Se ti trovi in questa situazione ma non riesci a contattare l’Operatore, oppure i tuoi reclami non hanno ricevuto alcuna risposta rivolgiti a Indennizzo Telefonico.

Questo blog – seguito da un consulente esperto pronto a rispondere a tutte le tue domande – è specializzato nel settore della telefonia  e della Pay-TV.

Poiché esso rappresenta l’Unione dei Consumatori, entrando a far parte della nostra famiglia, avrai a tua disposizione un team di esperti, consulenti ed avvocati, abituati a gestire con successo centinaia di casi al giorno in tutta Italia.

Richiedi una valutazione del tuo caso e potrai:

  • risolvere velocemente il problema
  • ottenere un indennizzo economico per il disagio subito

 

📝 CONTATTACI SUBITO!

 

Di seguito, vediamo insieme nel dettaglio cosa è la portabilità e come reclamare se si verificano dei disservizi durante il passaggio.

 

 

Cosa è la portabilità del numero mobile?

Tecnicamente parliamo di quel processo secondo cui si passa da un Gestore di telefonia mobile ad un altro, mantenendo lo stesso numero.

Il servizio MNP (Mobile Number Portability) è gratuito e viene offerto da tutti gli Operatori di telefonia italiani, pertanto basta inviare una semplice richiesta di portabilità.

Da momento della richiesta di portabilità, il nuovo Gestore deve effettuare il passaggio entro 30 giorni lavorativi per linea fissa e 1 giorno lavorativo per mobile. In questo ultimo caso, dovrà farlo non al termine del primo giorno, ma nelle prime ore del mattino seguente, quindi all’inizio del secondo giorno.

Nel caso ti trovassi di fronte ad un ritardo nella portabilità del numero, dovrai segnalare tempestivamente il problema al Gestore, in modo tale che possa attivarsi per risolvere la tua situazione in breve tempo, altrimenti dovrà corrisponderti un indennizzo economico.

 

I problemi ricorrenti della portabilità del numero

Quando cambi Gestore telefonico, purtroppo, possono verificarsi una serie di problematiche di cui è meglio essere informati, per cercare di sistemare subito la situazione.

I disservizi più fastidiosi sono il ritardo o la mancata portabilità del numero. Nelle situazioni più gravi, questi ultimi possono sfociare in una perdita del numero telefonico.

Nel caso di un contratto business, si tratta di un problema enorme, perché se i clienti non riescono a contattarti diventa chiaro che il danno economico richiede un risarcimento adeguato.

L’indennizzo business, infatti, è sempre il doppio rispetto a quello residenziale.

Il nomale indennizzo, invece, viene corrisposto forfettariamente in base ai giorni di disagi subiti, a seguito dell’invio del tuo reclamo.

 

Il codice di migrazione

Per eseguire correttamente la procedura di portabilità del numero dovrai munirti del codice di migrazione, che è un numero segreto e identificativo che trovi nella bolletta telefonica.

In pratica, il codice di migrazione identifica con precisione la tua utenza telefonica.

Essendo una numerazione a cui gli operatori telefonici non possono accedere dovrai essere accurato e preciso nel fornire il codice di migrazione, altrimenti la procedura di portabilità non potrà essere completata.

 

Trasferimento del credito residuo

Dal 2018, secondo disposizione dell’’Agcom (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), è possibile trasferire da un Operatore all’altro sia il numero sia il credito residuo.

Per adempiere alle disposizioni della Legge Bersani, in materia di credito residuo e del divieto di scadenza del traffico acquistato, sotto la guida dell’Agcom, si è raggiunto un accordo inter-Operatori con cui è nata la procedura definita “Trasferimento del Credito Residuo”, adatta anche ad importi di credito poco elevati.

Se vuoi usufruire dell’opzione TCR dovrai richiederlo al Gestore verso il quale stai migrando.

Nel caso in cui l’opzione non sia barrata non perdi comunque il diritto al credito, ma potrai ottenerlo solo attraverso altre forme di pagamento proposte dal tuo vecchio Gestore come l’assegno, il bonifico, i buoni spesa o altro.

Il trasferimento del credito residuo viene effettuato generalmente entro 1 settimana dalla richiesta. Il costo della procedura varia da 1,50 a 2 euro in base all’Operatore.

 

Il reclamo

Davanti ad un disservizio sulla portabilità del numero è necessario reclamare. Per farlo puoi inviare una segnalazione secondo i canali indicati dal Gestore, cioè:

  • chiamando il call center
  • aprendo un ticket d’assistenza nell’area utenti
  • scrivendo al Gestore sulle sue pagine Social ufficiali

Tali richieste, però, restano spesso inascoltate dai Gestori. Il metodo più sicuro, che ha il vantaggio di certificare la data di invio dello stesso e costringe il Gestore a prendersi carico del tuo problema, è sempre l’invio di un reclamo scritto che può essere inviato tramite fax, Pec o raccomandata A/R.

Il Gestore ha 45 giorni di tempo per rispondere la reclamo dal momento della sua ricezione altrimenti dovrà pagarti un indennizzo a parte per mancata risposta al reclamo.

 

Affidati a Indennizzo Telefonico

Sei passato da un Operatore ad un altro ma non ti è stato trasferito il numero o il credito? Hai inviato un reclamo ma il Gestore non risponde?

Indennizzo Telefonico è un blog messo a disposizione degli utenti dall’Unione dei Consumatori, in cui puoi trovare operatore istruito per reperire informazioni utili e indicarti le azioni che devi compiere per raggiungere l’obiettivo di tutelare i tuoi diritti, risolvere il tuo problema e ottenere un indennizzo economico.

In questa guida, infatti, abbiamo provato a chiarirti tutti gli aspetti relativi alla portabilità del numero, ma non è semplice districarsi tra gli iter burocratici delle Compagnie telefoniche, soprattutto per un utente che non si occupa quotidianamente di telefonia e Pay-Tv.

La nostra associazione, invece, è specializzata in questi settori ed è attraverso l’esperienza dei propri consulenti che ti aiuta a risolvere i tuoi problemi con i Gestori telefonici: dalla compilazione del modulo di reclamo alla procedura di conciliazione.

 

Richiedici assistenza

e saremo al tuo fianco!

📝 CONTATTACI SUBITO!

[Voti: 103   Media: 4.9/5]

6 commenti su “Portabilità del numero”

  1. Grazie. Ma a chi devo farlo il reclamo: al gestore entrante o a quello che sto lasciando? Il gestore entrante in questi giorni mi dice che il gestore che sto lasciando è responsabile del ritardo della portabilità perché ha troppe richieste (è Vodafone che ha pensato bene di fare una modifica contrattuale con relativo aumento ed evidentemente viene abbandonato da molti, anche perché la concorrenza è diventata tosta…).
    Grazie

    Rispondi
  2. Salve sono alle prese con la controversia della portabilità del mio numero da Vodafone a Wind.La segnalazione alla Vodafone è giunta il 30 Agosto.Ad oggi 8 Settembre ancora nessuna notizia.Mi dicono un giorno e poi lo disdicono ..Ora mi hanno detto Martedì 11,ma credo slittera ancora. per chiedere l indennizzo cosa devo fare?

    Rispondi
    • Buongiorno,
      per le portabilità del numero mobile il gestore deve provvedere ad evadere la richiesta in 2 giorni lavorativi. Trascorso questo termine nasce una posizione di difetto nei suoi confronti e la normativa prevede un indennizzo per ogni giorno di ritardo.
      La invito a formalizzare reclamo scritto, se già non fatto, ad entrambi i gestori, potrà trovare i moduli per questo disservizio nell’apposita area del nostro sito.

      Saluti

      Rispondi

Lascia un commento

ciao