Ritardo e mancata attivazione linea telefonica: cosa fare

L’attivazione della linea, nonostante sembri un’operazione semplice, può sfociare in un ritardo o in una mancata attivazione linea telefonica.

Questa, solitamente avviene quando si richiede l’attivazione di un nuovo contratto, un trasloco o una migrazione.

Per effettuare queste operazioni, ogni Gestore, secondo quanto previsto dalla carta dei servizi, ha un tempo massimo entro cui attivare la linea.

Purtroppo però, queste tempistiche non sempre vengono rispettate.

Se ti trovi in questa situazione, sei nel posto giusto!

Indennizzo Telefonico è un blog specializzato nel settore, messo a tua disposizione da Unione dei Consumatori, dove troverai degli esperti che ti aiuteranno a risolvere i tuoi problemi:

  • valuteranno il tuo caso e ti forniranno le informazioni di cui necessiti
  • ti spieghernano come reclamare un ritardo o una mancata attivazione linea telefonica
  • risolveranno velocemente il tuo problema (anche attraverso procedimenti di urgenza presso l’Autorità)
  • ti faranno ottenere un risarcimento economico per il disagio o subiti

📝 CONTATTACI SUBITO!

Vediamo subito insieme quali sono gli obblighi della Compagnia in caso di ritardo attivazione linea telefonica  e come ottenere un risarcimento.

 

 

Risarcimento per ritardo e mancata attivazione linea telefonica

Il risarcimento economico (c.d. indennizzo) previsto per un ritardo attivazione linea telefonica è stabilito da ogni Gestore nella propria “Carta dei Servizi”, ma ha un tetto massimo, oltre cui la Compagnia non risarcisce.

Nei casi più gravi, il ritardo sfocia in una vera e propria mancata attivazione linea telefonica che prevede un risarcimento economico maggiore, calcolato in base ai giorni di disservizio causati dalla Compagnia telefonica con il quale hai sottoscritto il contratto.

Ad esempio, riportiamo gli indennizzi previsti dai principali Gestori italiani:

– Tim Telecom

La compagnia si impegna ad attivare la linea mobile entro 1 giorno lavorativo dalla sottoscrizione del contratto, altrimenti sarò costretta a pagare un indennizzo pari al canone base dell’abbonamento mensile del profilo tariffario da te prescelto.

Una cifra che, comunque, non dovrà essere inferiore a 5,16 euro per ogni giorno lavorativo di ritardo. La somma riconosciuta a titolo di indennizzo non potrà essere superiore complessivamente a 180,76 euro, fatto salvo il maggior danno.

Per la attivazione della linea fissa è previsto un termini di 10 giorni solari dalla richiesta o il risarcimento sarà di 7,80 euro per ogni giorno lavorativo di ritardo.

– Wind Tre Infostrada

L’attivazione della linea telefonica mobile deve avvenire entro le 48 ore successive all’inserimento della richiesta di attivazione sui suoi sistemi.

Per i servizi di telefonia fissa o servizi voce e Internet a banda larga ovvero della richiesta di trasloco, sono previsti 70 giorni solari successivi al perfezionamento della richiesta.

Per internet a larga banda i giorni che devono passare dalla richiesta sono al massimo 45.

In caso di ritardo attivazione linea telefonica, Wind ti pagherà 2 euro per ogni giorno di ritardo, per un importo comunque non superiore a 100 euro.

Se sei titolare di tre o più linee/Sim, allora hai diritto ad un indennizzo comunque non superiore a 250 euro.

– Fastweb

Per la linea fissa i servizi dovranno essere attivati entro 30 giorni dall’esito positivo delle verifiche tecniche, che avverranno entro 30 giorni dalla ricezione da parte di Fastweb della proposta (60 giorni totale).

Per ogni giorno di ritardo attivazione linea telefonica accumulato, potrai richiedere un indennizzo pari a 5 euro per gli abbonamenti residenziali e a 10 euro per gli abbonamenti Partita IVA, con un indennizzo massimo di 10 giorni.

In caso di mobile, Fastweb ti pagherà 6 euro per ogni giorno di ritardo (fino a un massimo di 60 euro)

– Vodafone

La compagnia deve attivare la linea mobile entro 48 ore e 60 giorni per quella fissa.

L’indennizzo previsto è di 10 euro per ogni giorno di ritardo (fino ad un massimo di 300 euro)

– Tiscali

Questo Operatore si impegna ad attivare il servizio voce entro 90 giorni dalla ricezione della proposta di abbonamento, per le Sim mobili entro 15 giorni oppure dovrà risarcirti con 7,50 euro per ogni giorno di ritardo.

 

Come fare un reclamo per mancata attivazione linea telefonica

Il primo passo da fare quando ci si trova in questa situazione è quello di inviare un reclamo al Gestore.

Puoi fare una prima segnalazione chiamando il call center, inviando un messaggio nella sua area riservata, sull’App mobile o sulle pagine Social (Facebook e Twitter). del Gestore.

Sulla base delle segnalazioni degli utenti, però possiamo affermare che spesso questo genere di comunicazioni rimangono inascoltate.

Noi di Indennizzo Telefonico infatti, in caso di ritardo o mancata attivazione linea telefonica, ti raccomandiamo di inviare un reclamo scritto tramite Fax, Pec o Raccomandata A/R.

Ciò perché:

  • giustifica con certezza di date di invio e ricezione del reclamo
  • obbliga il Gestore a prendere in carico il problema e a risolverlo entro i tempi stabiliti dalla Carta dei Servizi
  • ti garantirà un indennizzo economico, sia nel caso di ritardo che di mancata attivazione

A questo punto, utilizza il nostro modulo di reclamo precompilato che puoi scaricare più avanti in documenti e allegati.

 

Richiedici assistenza

Anche se abbiamo chiarito tutti gli aspetti relativi alla mancata attivazione linea telefonica, ci rendiamo conto che per un semplice utente, può essere difficile venire a capo facilmente.

Indennizzo telefonico, da anni si occupa quotidianamente di questo genere di problemi e assiste – con successo – centinai di utenti ogni anno.

Pertanto, contattaci subito e potremo:

  • valutare il tuo caso e ti darti tutte le informazioni di cui necessiti
  • aiutarti a scrivere correttamente il reclamo per ritardo o mancata attivazione linea telefonica, che potremo anche spedire per tuo conto
  • quantificare l’indennizzo economicoche ti spetta per il disagio subìto
  • attivarci, nei casi di sospensione amministrativa del servizio, per ripristino urgente della linea

Inoltre, se il Gestore non accoglierà le tue richieste:

  • ci occuperemo del contenzioso relativo al tuo caso (dalla redazione delle memorie, al deposito dell’istanza e della sua trattazione presso i Co.Re.Com. su conciliaweb) sgravandoti da ogni pensiero
  • ti faremo ottenere il risarcimento economico che ti è dovuto

📝 CONTATTACI SUBITO!

Un nostro consulente ti ricontatterà quanto prima.

 

Documenti e allegati

Per avviare la tua contestazione scritta, scarica il nostro reclamo e segui le istruzioni per l’invio :

📥 MODULO DI RECLAMO
per tutti gli Operatori

  1. Compilalo e invialo al tuo Gestore, scegliendo una delle modalità indicate all’interno
  2. Inviane copia a noi su indennizzotelefonico@unionedeiconsumatori.it
  3. descrivi dettagliatamente i fatti
  4. allega eventuale documentazione in tuo possesso

Sarai ricontattato e ti comunicheremo subito cosa fare in merito al ritardo o mancata attivazione della linea telefonica.

 

26 commenti su “Ritardo e mancata attivazione linea telefonica: cosa fare”

  1. Buongiorno, complimenti per questo interessantissimo blog e grazie mille per mettere a disposizione della collettività le tue conoscenze .
    Io ho richiesto l’attivazione di adsl e telefono (internet senza limiti) che mi è stata attivata dopo quasi due mesi dalla richiesta e solo a seguito del ricorso al Corecom sia normale che d’urgenza. Ora sono in procinto di andare all’incontro per la conciliazione e ti sarei molto grato se potessi aiutarmi a capire come calcolare i giorni e gli importi degli indennizzi che mi spetterebbero. In particolare, poichè l’attivazione riguarda un nuovo numero di telefono ed il servizio adsl (in presenza di doppino telefonico esistente ma cessato da tempo) l’inizio del conteggio è dopo i 10 giorni di ritardo oppure 30? e quanto spetta ogni giorno di ritardo?
    Saluti cordiali

    Rispondi
    • Buongiorno Michele, felice che il blog sia di tuo gradimento. Nel caso di utenza privata, senza P.IVA, ti spettano 7,50€ per ogni giorno di ritardo, partendo da quando previsto, per ogni servizio principale (nel tuo caso voce e internet). Ti avviso però che sei alla conciliazione del primo grado, quindi come dice la stessa parola “conciliazione” dovrai fare una trattativa.
      Cordialità
      Pietro

      Rispondi
  2. interessante il tuo sito e i servizi che rendi.

    ho acquistato una sim tim il 28 agosto, nonostante vari reclami questa non è stata attivata.
    Vorrei presentare reclamo per il ritardo ed ottenere un indennizzo. Puoi dirmi a quanto ammonta?

    Rispondi
    • Ciao Dario, grazie per il tuo gradimento al blog. Rispondo: per questo tipo di ritardata attivazione il tuo indennizzo ammonterebbe a circa 40 Euro (il tetto massimo è 50).

      Rispondi
  3. Salve e complimenti per la sua disponibilità e il suo Blog in primis..per quanto riguarda il mio problema ho da poco attivato la fibra di Wind infostrada cambiando il vecchio piano tariffario che tra l’altro era arrivato a 80€ fissi bimestrale dai 50€ iniziali del contratto stipulato anni fa senza avvisi di aumenti da parte loro,ma questa è un’altra orribile storia,dunque il mio problema ora è appunto aver attivato la fibra ma al momento dell’attivazione del modem il telefono risulta isolato ancora e il wi fi ovviamente non va e sto chiamando inutilmente da ieri il 155 ma gli operatori non sono mai disponibili a quanto pare (e non è una novità questa) e non riesco a risolvere questo problema,le invio il modulo di reclamo alla sua mail sperando di essere aiutato da lei unica mia speranza. Cordiali saluti. Pierpaolo Rinaldi

    Rispondi
    • C’è un gravissimo guasto nazionale sulla fibra ultraveloce della Wind-Infostrada, a questo link l’articolo , avete tutti diritto ad un indennizzo! Riguardo il modello da compilare le rispondo privatamente e spiego cosa scrivere 🙂

      Rispondi
  4. Ho registrato un contratto per la fibra di Vodafone.
    Il 29 Agosto 2017 ho ricevuto la mail di conferma con indicata la data massima di attivazione di un mese. Dopo ripetute chiamate al 190 ed una mailpec ho finalmente avuto la visita dei tecnici il 6 Dicembre 2017.
    A quanto ammonta la penale e come richiederla? Grazie per la risposta è grazie che esistete

    Rispondi
    • Salve! Un massimo di 300 Euro dipende da come andrà la conciliazione al CORECOM. Saluti e grazie per le belle parole di stima 🙂

      Rispondi
  5. Dopo l’istallazione della linea Fibra di Vodafone il 6 Dicembre 2017 mi hanno comunicato che il 21 Dicembre ci sarebbe stato il passaggio del mio numero.
    Infatti mi hanno staccato da Fastweb ma non mi hanno attivato la linea su Vodafone e non funziona neanche il numero provvisorio.
    Ad oggi nonostante le numerose chiamate al 190 non ho ancora la linea.
    Ho diritto ad un altro indennizzo e cosa fare per accelerare l’attivazione?
    Grazie per la risposta

    Rispondi
    • Buongiorno Ivano, consiglio un reclamo scritto per avere l’indennizzo che ti spetta e sollecitare l’attivazioni dei servizi.

      Rispondi
  6. ciao e complimenti per il blog, io ho un?attivita’ e ho fatto un contratto con Vodafone per linea fissa internet e telefonia mobile, sono piu’ di 6 mesi che ho firmato il contratto e pago le bollette ma il modem (che non è mai arrivato) e la linea internet non e’ mai stata attivata da nessuno. basta sono stufa perché sto pagando dal primo giuorno questi servizi che non ho.
    come devo fare per annullare il contratto?
    grazie mille

    Rispondi
  7. Buonasera
    mi chiamo Fernando Merolla e vivo a Pisa. Mi sono abbonato a wind con il ritiro del modem il giorno 7 Aprile. Il giorno 9 ho segnalato al 155 che in casa non c’era rete e linea. Alla data del 25 Aprile la segnalazione non era chiusa ed ero ancora senza rete e telefono.
    Ho pertanto inviato un reclamo e subito dopo la lettera di recesso dal contratto via pec motivata dal ritardo del servizio.
    La lettera di reclamo l’ho inviata anche a voi per conoscenza.
    Stamane ho spedito il modem a Wind per pacco postale.
    Avrei bisogno di assistenza per tutelarmi e soprattutto vorrei sapere se è suggeribile staccare il rid per evitare il pagamento a mio giudizio non dovuto dell’attivazione e del modem.
    In attesa di riscontro,
    distinti saluti

    Rispondi
  8. Buonasera se posso vorrei porre qualche domanda ,sono passato da ADSL Open Tiscali a UltraFibra Giga sempre Tiscali da più di un mese sul mio profilo Tiscali il mio contratto risulta UltraFibra Giga ma la fibra non ha mai funzionato in quanto internet e telefono non sono mai stati disponibili, fino ieri non mi pesava perchè l’adsl funzionava ancora, ma adesso sono senza internet e telefono, da 2 giorni ho fatto l’ennesima segnalazione del guasto alla fibra, volevo chiedere posso pretendere un risarcimento del periodo che non ho avuto la fibra anche se l’adsl funzionava? e se non risolvono dopo quanti giorni di disservizio potrò richiederlo? grazie.

    Rispondi
  9. il contratto TIM non lò mai visto in quanto gli addebiti erano e sono sul c/c postale ed ò rilevato che saltuariamente oltre al costo dell’abbonamento ci sono importi che ritengo abusivi,comunque nel periodo marzo/settembre 2017 mi hanno addebitato il canone senza alcun allacciamento, essendo statl avvertiti del mio trasferimento sia telefonicamente con innumerevoli telefonate al 187 che con FAX al 800000187

    Rispondi
  10. Buongiorno a tutti voi. Volevo chiedere se, posso chiedere un rimborso per un disservizio che subito dalla Wind Infostrada in merito a un non funzionamento dell’utenza di casa per una settimana ed oltre. Premetto che ho fatto innumerevoli telefonate al 155 ( Registrate naturalmente ) , e come sempre mi rispondeva un operatore dalla Romania, adducendo che, il guasto una volta era la centralina , un’altra volta i cavi, poi ancora che non avevano ricevuto nessuna segnalazione… ! Per finire ho pagato sulla bolletta anche la tariffa del : Chi è che, non funzionava. Cosa debbo fare ? Grazie.

    Rispondi
  11. Buongiorno,
    il giorno 15 giugno 2018 ho sottoscritto un contratto con Fastweb per la linea internet di casa. Ad oggi, 11 settembre 2018 non è stato attivato il servizio e nonostante le telefonate al call center non si sa quando verrà attivato. Posso sottoscrivere il contratto con un altro operatore senza il rischio di incorrere in sanzioni o penali di alcun genere?
    Grazie

    Rispondi
    • Salve,
      i tempi d’attivazione sono ormai trascorsi, può decidere di comunicare al gestore inadempiente la volontà di annullare quanto chiesto, sempre preferibile utilizzare raccomandata fax o pec in questi casi, oppure reclamare quanto sta accadendo in quanto la normativa prevede un indennizzo giornaliero dopo il sessantesimo giorno.

      Saluti

      Rispondi
  12. Buongiorno, vorrei porre alla Vostra attenzione un reclamo, inoltrato oggi a Infostrada tramite PEC, per attivazione servizi non richiesti.
    Linea attivata l’11.04.2018, servizio SKY EDITION attivato arbitrariamente il successivo 13.04.2018, naturalmente con maggiorazione sull’offerta sottoscritta (da € 26,90 al mese a 36,90) senza usufruire della visione SKY, ovviamente.
    Nel reclamo, mi sono permesso di portarVi a conoscenza dei fatti però ritengo di aver utilizzato un Vostro indirizzo non esatto, dal Vs modulo che ho utilizzato è riportato reclami@unionedeiconsumatori.it. Posso inviarvelo per mail. Grazie

    Rispondi
  13. Salve, sono passati gia’ 55gg da quando ho attivato la fibra con Wind, ma ancora la velocita’ risulta ridotta a circa un terzo di quanto atteso e non ho ancora la portabilita’ del numero fisso telefonico. Continuano a sollecitare la pratica (di cui ho un numero), ma non si smuove nulla. nella carta dei servizi leggo che il “disservizio” tecnico dev’essere risolto entro 4gg, mentre la portabilita’ potrebbe richiedere fino a 70gg. Aspetto i 70gg per un reclamo?

    Rispondi

Lascia un commento

ciao