Bollette Telecom non pagate: cosa succede e come risolvere

Per delle bollette Telecom non pagate ti ritrovi con un sollecito per il mancato pagamento?

Non preoccuparti, in questo articolo ti spieghiamo:

  • cosa succede a non pagare bolletta Telecom
  • come funzionano i tempi di prescrizione
  • come non pagare le bollette Tim arretrate se contengono addebiti non dovuti.

 

 

Bollette Tim non pagate: le conseguenze

Il pagamento di una bolletta telefonica rappresenta il corrispettivo economico dovuto alla compagnia in cambio del servizio reso.

Nel momento in cui hai sottoscritto il contratto, da un lato il gestore si è impegnato a fornire il servizio promesso per la durata prevista, dall’altro tu ti sei impegnato a corrispondere il prezzo pattuito.

Dunque, saldare la fattura emessa è un obbligo contrattuale, e non pagarla significa non rispettare il contratto.

Nonostante le nostre buone intenzioni, però, a volte possiamo trovarci con delle bollette Telecom – Tim non pagate.

Questo può succedere:

  • per semplice dimenticanza
  • per difficoltà economiche temporanee
  • a causa di addebiti non dovuti da contratto.

Il mancato pagamento di una singola bolletta di certo non comporterà alcun problema, in quanto, l’operatore ti inviterà a regolarizzare la tua posizione nella fattura successiva.

Un altro conto è trovarsi nella situazione di non aver pagato diverse bollette.

In quest’ultimo caso la compagnia potrà:

  • sospendere il servizio (previo preavviso)
  • inviare un sollecito di pagamento
  • cedere il credito ad un’agenzia di recupero crediti.

Nel caso in cui, dopo aver provveduto a saldare quanto richiesto, l’operatore non riattivi il servizio o ti vengano contestate delle voci in fattura non dovute, non esitare a contattarci.

Metteremo gratuitamente a tua disposizione il nostro staff, che ti garantirà un supporto sia per un eventuale ripristino del servizio che per la risoluzione di ulteriori problemi contrattuali.

 

Bolletta Telecom scaduta: quando è tale?

Una domanda che molti utenti si fanno è “quando scade una bolletta”?

Tim Telecom ha a disposizione un periodo di 2  anni  per  chiederti di saldare le bollette telefoniche non pagate, nel caso in cui non lo faccia sarà un tuo diritto non pagarle.

Detto ciò, una volta aver ricevuto un sollecito di pagamento, dovrai controllare:

  • se la fattura contestata è più vecchia di 2 anni
  • se non è stata effettivamente saldata
  • se non è stata pagata a causa di un disservizio da parte del gestore telefonico, a seguito del quale era stata avviata una segnalazione.

Nel caso in cui ti ritrovi ad aver pagato più del dovuto (magari perché la stessa fattura è stata saldata 2 volte), o sei vittima di un addebito non dovuto, le tempistiche sono ben più lunghe.

In questo caso avrai 10 anni di tempo per chiedere il rimborso.

Se hai scoperto di aver pagato più di quello che dovevi pagare non esitare a contattarci, ti faremo ottenere gratuitamente il rimborso delle somme!

 

Disattivazione del servizio a causa di bollette Telecom non pagate

Il mancato pagamento delle fatture all’operatore, nei casi più gravi, comporta la disattivazione del servizio internet e/o voce.

Anche se oggi, con la domiciliazione su conto corrente bancario o postale delle fatture, risulta difficile ritrovarsi con delle bollette non pagate, non pochi sono i casi in cui si verifica questa situazione.

In questo caso, il mancato addebito può dipendere da:

  • saldo non disponibile sulla modalità di pagamento indicata
  • blocco sulla domiciliazione .

Se il mancato pagamento bolletta Telecom risulta essere limitato a un caso isolato, la compagnia telefonica provvederà ad inviarti una nota in fattura nel mese successivo, segnalandoti il mese di fatturazione incriminato.

In questo caso, potrai semplicemente saldare quanto dovuto mettendoti nuovamente al passo con i pagamenti.

Ma cosa accade se non paghi diverse fatture?

In caso di grave morosità Tim ti invierà un sollecito, invitandoti entro una certa data a metterti in linea con i pagamenti.

Nel caso di mancato saldo, previo avviso, provvederà a:

  • limitare le chiamate in uscita (riuscirai esclusivamente a ricevere chiamate senza avere la possibilità di effettuarne)
  • interrompere totalmente il servizio, nel caso in cui non provvederai a regolarizzare la posizione dopo i solleciti e la limitazione.

Ricorda che prima di sospendere la tua linea l’operatore ha l’obbligo di rispettare determinate regole!

Ma vediamo quali sono e come possiamo utilizzarle a nostro vantaggio… .

 

Bollette Telecom non pagate, Tim può sospendere il servizio?

Nel momento in cui l’operatore interrompe il servizio, non è detto che questa sospensione sia legittima.

Prima di fare questo passo, qualsiasi operatore ha l’obbligo, secondo quanto previsto dal Regolamento sulle comunicazioni elettroniche di:

  • avvisarti della sospensione del servizio con largo anticipo, in maniera tale da darti il tempo di provvedere al pagamento delle fatture non saldate o dimostrarne l’effettivo pagamento
  • non sospendere il servizio nel caso di una sporadica insolvenza
  • non sospendere il servizio a causa di fatture che sono state contestate dall’utente.

Una sospensione senza il rispetto di queste formalità, sarà illegittima.

 

Delibera 347/18/CONS

La stessa Autorità Garante per le Garanzie nelle Comunicazioni, con Delibera 347/18/CONS (all. A), noto come regolamento indennizzi, prevede all’art. 5  che:

“Nel caso di sospensione o cessazione amministrativa di uno o più servizi
avvenuta senza che ve ne fossero i presupposti, ovvero in assenza del previsto preavviso,
gli operatori sono tenuti a corrispondere un indennizzo, per ciascun servizio non
accessorio, pari a euro 7,50 per ogni giorno di sospensione”.

 

Contestare bollette Tim non pagate o non dovute

Ogni giorno riceviamo segnalazioni da parte dei clienti Tim, che lamentano addebiti non dovuti in fattura, un esempio sono:

  • addebiti derivanti da servizi nascosti (es: Tim Expert)
  • doppia fatturazione a seguito di cambio gestore
  • penali per cambio operatore
  • addebito delle maxi-rate, per dispositivi acquistati a rate
  • servizi a pagamento non richiesti.

Se ti ritrovi con delle bollette non pagate a causa di un giustificato motivo, non esitare a contattarci immediatamente!

Un nostro operatore provvederà a mettersi in contatto con te e valutare se la fattura emessa dall’operatore sia da pagare, da pagare in parte o addirittura se non devi pagarla.

Sembra strano ma, molte volte, per i motivi di cui sopra, bollette Telecom non pagate delle quali viene richiesto il pagamento non vanno pagate!

Per contestare una bolletta a Telecom, puoi:

  • chiamare il 187 (fisso), 119 (mobile), 191 (professionisti), 800 191 101 (medie e grandi imprese)
  • contattarli tramite il portale Web, l’app My Tim.
  • tramite i social (Facebook o Twitter) , o tramite WhatsApp (3351237272)
  • in forma scritta mezzo PEC, Fax o raccomandata A/R.

Il nostro consiglio è quello di procedere con la contestazione in forma scritta o mezzo PEC, in maniera tale da averne prova certa.

A tal riguardo i contatti utili sono:

  • Pectelecomitalia@pec.telecomitalia.it
  • Fax: 800 000 187 (privati linea fissa); 800 600 119 (privati linea mobile); 800 000 191 (clienti business)
  • Raccomandata A/R:
  • Telecom Italia S.p.A – Servizio Assistenza Clienti – Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (RM) –per i clienti di utenze fisse
  • Tim Servizio Clienti – Casella Postale 555 – 00054 Fiumicino (RM) – per i privati della linea mobile
  • Telecom Italia S.p.A – Servizio Clienti Business – Casella Postale 456 – 00054 Fiumicino (RM)  – per tutti i business.

 

Reclamo di bollette Telecom non pagate per giustificato motivo

Per contestare la bolletta incriminata, puoi utilizzare il modulo precompilato nella nostra sezione reclami, seguendo passo passo le istruzioni riportate nello stesso e dove troverai una guida per reclamare efficacemente.

Perché se reclamare è necessario, reclamare efficacemente fa la differenza! 

Se il reclamo non porterà al risultato sperato, non esitare a contattarci, ti forniremo gratuitamente assistenza.

📥 RECLAMO TIM TELECOM
per Business e Privati

 

Chi siamo e cosa facciamo

La nostra associazione, grazie a legali specializzati nel settore è in grado di farti ottenere:

  • lo storno delle somme richieste, per bollette Telecom non pagate
  • il rimborso di eventuali bollette già pagate, nel caso di doppio pagamento
  • l’indennizzo previsto dalla legge per la sospensione dei servizi (nel caso in cui non ve ne fossero i presupposti)

Successivamente alla presentazione di una diffida a Tim, nella circostanza in cui ciò non dovesse bastare, presenteremo per tuo conto un’ istanza al Corecom presenziando alle udienze, evitandoti ogni pensiero e grattacapo al riguardo.

E se non dovesse essere sufficiente procederemo per via giudiziale alla risoluzione del problema.

I servizi da noi resi sono per te completamente gratuiti.

Non perché il servizio prestato non ha nessun costo, ma perché lo faremo pagare al gestore, piuttosto che a te consumatore come noi.

garanzia della gratuità del servizio che ti offriamo, ti verrà fornito un documento di trasparenza, che puoi visionare in anteprima qui e col quale vieni esonerato da qualsiasi pagamento presente e/o futuro (anche in caso di soccombenza con condanna alle spese).

 

Come ti aiutiamo

Una volta ricevuta la tua segnalazione:

  • Un nostro consulente in carne ed ossa ti contatterà per darti tutte le informazioni del caso e prendere in carico il tuo problema
  • Sarai seguito da un avvocato specializzato in telefonia, che si occuperà di aiutarti (come ha già fatto con tanti altri)
  • potrai comodamente seguire l’avanzamento della tua pratica, tramite l’area riservata sul nostro sito, a te dedicata.

Lo abbiamo fatto già per tanti altri consumatori prima di te: leggi le loro esperienze.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 6 Media: 4.8]
Condividi con

Lascia un commento

Ti aiutiamo a risolvere i problemi col tuo gestore

Contatti

Contatti

Lavora con noi

 

 

 

Risolvi il tuo problema

Scegli  e  clicca


Invia messaggio