PERDITA DELLA NUMERAZIONE

Pubblicato da Indennizzo Telefonico il

Ciao a tutti, in questo articolo parlerò della perdita della numerazione, cioè del caso in cui il nostro numero di telefono (sia mobile che fisso) venga “perso” dal Gestore telefonico.

Sì, purtroppo può accadere anche questo!

I casi più frequenti in cui si può realizzare la perdita del numero sono per via di una cessazione amministrativa del servizio, oppure perché qualcosa non è andata bene durante la procedura di migrazione da un gestore telefonico ad un altro.

Infatti, come vi ho già detto in precedenti articoli,  già dal 2006 ognuno di noi è proprietario del suo numero (prima del 2006 i numeri appartenevano ai Gestori). Questa importante novità ha permesso ai consumatori/utenti di poter migrare liberamente (cambiare Gestore) mantenendo il proprio numero.

Ciononostante, durante le richieste di migrazione si può incorrere in errori tecnici da parte dei gestori interessati che portano spesso alla perdita del numero, che poi viene riassegnato ad altri utenti rendendone così impossibile il recupero.

Ma anche una cessazione amministrativa dei servizi telefonici spesso comporta la perdita del numero, infatti la cessazione è letteralmente la chiusura di un contratto e, quindi, del numero.

In entrambi i casi (sia che la migrazione non sia andata a buon fine, sia che il Gestore abbia disposto una cessazione illegittima del contratto), l’attuale normativa prevede un rimborso che il Gestore ci dovrà dare per aver perso il nostro numero.

Così, l’utente vittima della perdita della numerazione ha diritto ad un indennizzo fino a € 1.000,00, che viene calcolato in base al numero di anni in cui si è stati proprietari del numero.

Come ottenere l’indennizzo?

Come ho scritto più volte nel sito, la strada è sempre la stessa: fare il reclamo e poi adire l’Autorità.

Un caro saluto ed un invito al prossimo articolo!

E ricordate che un vostro bel commento qui sotto è il regalo per me più gradito 🙂

[Voti: 47    Media Voto: 4.4/5]

Articoli correlati

Condividi con

5 commenti

Alessio · 15 marzo 2018 alle 12:07

Interessante articolo, mi trovo nella condizione di non riuscire a migrare da Tiscali a Tim perchè quest’ultima afferma che il codice di migrazione fornito è errato.

Il codice è quello indicato sia nella mia pagina personale sul sito Tiscali che sulla fattura (per sicurezza ho inviato a tim copia dell’ultima fattura per evitare possibili errori di trascrizione).

Contattata Tiscali si rifiuta di fornirmi il codice corretto, ammette che quello in mio possesso è sbagliato, ma non lo aggiorna e non mi comunica quello giusto perchè ancora in fase di aggiornamento.

Sono stato quindi contattato da un operatore di TIM che mi ha comunicato l’impossibilità di portare il mio numero e mi ha offerto il passaggio all’offerta richiesta ma con un nuovo numero.
Offerta che ho ovviamente rifiutato visto che il numero di rete fissa mi è stato assegnato da 14 anni.

Premesso che al momento sono in attesa che Tiscali risponda al mio reclamo inviato da 15gg tramite PEC e che il mio scopo principale è rimanere con il mio numero fisso con il nuovo gestore quale dei due operatori sarebbe costretto a risarcirmi per la perdita del numero?

Magari potrebbe funzionare da stimolo per accelerare l’iter della richiesta

Grazie

    Pietro Scire · 18 marzo 2018 alle 17:31

    Salve, concordo che sarebbe un’assurdità rinunciare al proprio numero, la responsabilità in questi casi può essere sia di un Gestore che di un altro, mi mandi una copia del reclamo alla mail segnalazioni@indennizzotelefonico.it che le consiglieremo sul da farsi.
    Cari saluti

Ketty Bellini · 13 giugno 2018 alle 19:56

Il mio hotel ha un numero telefonico dagli anni 70,
0365.xxxxxx è nato SIP (ovviamente), ora è/era con Wind Tre spa, loro ci hanno comunicato (in fattura) che Il numero è migrato, ma nessuno sa verso quale operatore, nessuno ha richiesto la migrazione, pagavamo regolarmente.

Abbiamo mandato 2 pec, senza ricevere alcuna risposta, solo una telefonata inutile, dalla prima PEC sono passati più di 90 gg.
Ultimamente gli operatori ci dicono che il numero è andato perso

Mi consigliate di contattare l’ agcom@cert.agcom.it ?
Speravo risolvessero il problema, con le pec
Chiedevo solo di sapere verso quale operatore hanno migrato un numero aziendale diffuso, in 50 anni, in tutta Europa (la nostra clientela è estera) o di restare loro cliente.
Anche per me quello che conta è preservare il numero.

Ma forse l’unica via è un reclamo formale con richiesta d’indennizzo.

Grazie

    Alfredo Trombetta · 22 giugno 2018 alle 17:06

    Buongiorno,
    si l’unico modo ufficiale riconosciuto per l’accoglimento di una richiesta è il reclamo.
    Provveda, se già non fatto, a scaricarlo gratuitamente dal nostro sito inviarlo alla compagnia e mandarcene una copia con evidenze d’invio alla nostra mail facendo presente che ci siamo sentiti nel blog.

Decalogia delle problematiche | indennizzo telefonico · 1 luglio 2016 alle 17:36

[…] La perdita della numerazione, ebbene sì, accade pure questo! Spesso si verifica quando le procedure di migrazione non vanno a buon fine. In questi casi, oltre l’eventuale maggior danno, potremo ottenere un cospicuo indennizzo per ogni anno che abbiamo posseduto quel numero. Vi invito a leggere l’articolo dedicato: perdita della numerazione. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close