Rimborso Tim 28 giorni: a quanto ammonta e come ottenerlo

Rimborso Tim 28 giorni: sai che ti spetta un risarcimento da parte della tua compagnia telefonica che ti ha fatto pagare almeno due bollette in più? Ecco tutto quello che devi conoscere e come chiedere il rimborso fatturazione 28 giorni Tim.

Il gestore non ti rimborsa oppure pretende di farlo soltanto parzialmente? Contattaci per obbligarlo a rispettare i tuoi diritti!

 

Cos’è e quanto è durata la fatturazione a 28 giorni?

Nel 2017 le compagnie telefoniche hanno deciso di cambiare unilateralmente le modalità di fatturazione senza il consenso dei propri clienti di linea fissa.

Hanno così cominciato a emettere fatture ogni 28 giorni e non più ogni 30, come previsto dai contratti firmati. In questo modo sono riuscite a ottenere da ogni utente una mensilità in più ogni anno.

Con la delibera dell’Agcom n.269/18/CONS, l’Antitrust e i consumatori hanno ottenuto:

  • il rimborso della fatturazione a 28 giorni
  • il rinnovo delle offerte e della fatturazione su base mensile o suoi multipli, per la rete fissa
  • la fatturazione non inferiore a 4 settimane nel caso di rete mobile.

Lo sapevi che…

L’Agcom ha stabilito che tu abbia diritto al rimborso 28 giorni Tim automaticamente, anche se non lo hai richiesto? Questo vale pure per i vecchi clienti.

Se la compagnia non te lo ha ancora accreditato, contattaci per ottenere il rimborso!

 

Quanto è il rimborso TIM 28 giorni?

Il rimborso Tim può essere richiesto da tutti coloro che hanno ricevuto quest’ingiustizia dall’aprile 2017 a quando l’operazione è stata bloccata dalle autorità.

Normalmente il rimborso 28 giorni Tim è pari a due mensilità.

Nota bene!

E’ possibile che tu abbia chiesto il rimborso Tim ma che la compagnia ti abbia riconosciuto soltanto una mensilità.

Se questo è ciò che ti è successo, contattaci per ricevere la differenza!

 

Come richiedere un rimborso alla Tim?

Per chiedere il tuo rimborso Tim puoi:

  • contattare il servizio clienti rete fissa al numero 187 o il servizio clienti per le aziende 800191101
  • presentarne richiesta nell’area MyTim del portale dedicato
  • inviare una raccomandata A/R all’indirizzo: Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino – Roma.
  • mandare un’e-mail con PEC all’indirizzo: telecomitalia@pec.telecomitalia.it.

Nel caso del rimborso 28 giorni Tim, viste le resistenze delle compagnie telefoniche, ti consigliamo di inviare una pec o una raccomandata a/r per provare l’avvenuta richiesta in caso di contenzioso.

Il gestore può proporti, in alternativa al rimborso, l’offerta gratuita di alcuni servizi (es. TimVision, Chi è, Extra Voice) per alcuni mesi. Se accetterai, alla scadenza questi servizi saranno disattivati senza costi.

Altrimenti, con certezza e senza stress, rivolgiti a noi. Ci occuperemo dell’intera procedura e ti faremo avere a casa il bonifico!

 

– Cosa scrivere nella richiesta?

Nella tua richiesta di rimborso fatturazione 28 giorni Tim è importante tu inserisca la delibera di riferimento.

Puoi usare questa formula: “Come stabilito dalla delibera Agcom 269/18/CONS e dalla sentenza di ottobre 2021 del Tribunale di Milano, chiedo il rimborso dell’importo relativo ai giorni erosi con la fatturazione a 28 giorni nel periodo decorrente dall’aprile 2017 fino al ripristino della fatturazione mensile”.

Modulo rimborso Tim

Puoi scaricare e utilizzare il nostro modulo di reclamo Tim per la tua richiesta di rimborso Tim.

Hai difficoltà nel compilarlo? Siamo qui per aiutarti gratuitamente!

 

Come ottenere il rimborso della fatturazione 28 giorni?

Adesso conosci tutti i recapiti utili a chiedere il rimborso della fatturazione 28 giorni Tim, sottoforma di sconto sulla prossima bolletta, di servizi extra o di accredito sul conto corrente.

Ma se, nonostante il tuo reclamo, il rimborso Tim non arriva, non ti resta che:

  • contattare un avvocato che si farà carico della questione, pagando le spese della sua assistenza
  • contattare Indennizzo Telefonico, blog di telefonia dell’Unione dei Consumatori, che da oltre 10 anni difende gratuitamente chi desidera giustizia ma senza dover pagare per ottenerlo.

Un team di consulenti e avvocati esperti del settore è pronto ad aiutarti, ad analizzare concretamente il tuo caso, spiegandoti esattamente cosa ti spetta e preoccupandosi personalmente di risolvere il tuo problema.

Nessuna attesa e nessun robot a parlare con te: soltanto comunicazioni tra persone in carne e ossa!

Ogni spesa relativa ai nostri servizi – che per te saranno completamente gratuiti – sarà addebitata a Tim che ti ha addebitato bollette non dovute.

Facciamo rispettare insieme i nostri diritti!

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 3 Media: 5]
Condividi con

Lascia un commento

Ti aiutiamo a risolvere i problemi col tuo gestore

Contatti

Contatti

Lavora con noi

 

 

 

Risolvi il tuo problema

Scegli  e  clicca


Invia messaggio